Aperte dal 24 marzo in FVG le vaccinazioni per fragili e disabili gravi!

share on:

 

La Regione ha annunciato l'avvio dal 24 marzo della campagna di vaccinazione anti Covid-19 per le "persone ad elevata fragilità" e i disabili gravi e i loro caregiver.
Questa è la pagina del sito della Regione con tutte le informazioni e la modulistica relativi alla campagna vaccinale.
Questa è la tabella pubblicata dalla Regione con le indicazioni sulle modalità per richiedere la vaccinazione per le diverse categorie
Questa è la pagina dell'ASUFC che ha anche i moduli per il consenso informato sui vari vaccini (che trovate anche qui a fondo pagina)

 

Importante aggiornamento! I caregiver con meno di 60 anni possono chiedere un vaccino diverso da Astrazeneca!
Per saperne di più clicca il link qui sotto o leggi a fondo pagina
09/04/2021

Importante aggiornamento! Per i caregiver la Regione ha semplificato tutto!
La procedura con cui possono vaccinarsi i caregiver. Per conoscerla clicca qui o leggi più sotto.

01/04/2021
 

CHI PUO' ESSERE VACCINATO
Le persone ad elevata fragilità sono quelle che rientrano nelle categoria individuate dal Piano vaccinale nazionale aggiornato lo scorso 10 marzo. Le potete trovare indicate tutte nel documento della Regione che potete scaricare dal link qui sopra.

Tra le altre, per quanto ci riguarda più da vicino, possono sicuramente chiedere il vaccino le persone affette da Sclerosi laterale amiotrofica e altre malattie del motoneurone (per. es. SMA), Distrofia muscolare, Miastenia gravis e tutte le persone in possesso della certificazione di handicap grave ai sensi dell'art.3, comma 3 della legge 104/1992, indipendentemente dalla patologia.

I disabili gravi (art.3. comma 3 Legge 104/1992) potranno, inoltre, chiedere che vengano vaccinati i loro caregiver (le persone che li assistono in modo continuativo, in forma gratuita o con contratto). E lo stesso potranno fare con i conviventi alcune categorie di persone "fragili",

COME SI PRENOTA PER LE PERSONE FRAGILI E/O CON DISABILITÀ GRAVE
Si prenota tramite il CUP:
-  agli sportelli delle Aziende Sanitarie
- chiamando il Call center al numero unico 0434-223522
- in farmacia
Al momento della prenotazione si specifica solamente di appartenere a una categoria a elevata fragilità senza fornire ulteriori informazioni sulla patologia.

Al momento della vaccinazione bisogna esibire il MODULO A debitamente compilato e adeguata documentazione che comprovi l'appartenenza alla categoria indicata sul modulo.

1) La prima tabella del Modulo A serve alle persone "con elevata fragilità" per indicare da quale patologie sono affette, scegliendo con una crocetta tra quelle indicate nella tabella.

2) La seconda tabella  serve invece per dichiarare di essere disabile grave ai sensi della legge 104/1992 art. 3 comma 3, barrando con una crocetta l'apposita casella

 

DOVE TROVARE IL MODULO A
Il modulo A si può scaricare in formato testo (.docx) dal sito della Regione, cliccando qui.
Oppure in formato PDF dal nostro sito, cliccando qui.

COME SI DOCUMENTA L'APPARTENENZA ALLA CATEGORIA 1A - "PERSONE A ELEVATA FRAGILITÀ"
Al momento della somministrazione della prima dose di vaccino, dovrà essere presentata adeguata documentazione riguardante la condizione di vulnerabilità che consenta la valutazione sanitaria pre-vaccino, nonché il modulo A compilato con l’indicazione dell’area di patologia di riferimento.

COME SI DOCUMENTA LO STATUS DI DISABILE GRAVE - CATEGORIA 1D
Al momento della somministrazione della prima dose di vaccino, dovrà essere presentata la certificazione relativa al riconoscimento di handicap grave ai sensi dell'art.3, comma 3 della Legge 104/92, nonché il modulo A compilato con l’indicazione di appartenere alla categoria D1.

COME SI PRENOTA PER I CAREGIVER

ATTENZIONE!

Dal 1° aprile la Regione ha drasticamente semplificato le modalità con cui possono vaccinarsi i caregiver e i conviventi delle persone fragili o con gravi disabilità che adesso  possono prenotare liberamente la vaccinazione dichiarando di essere tali.

Al momento della vaccinazione basterà portare il MODULO D compilato e firmato, inserendo i dati della persona che si assiste o di cui si è conviventi.

>> Scarica il Modulo D in formato testo dal sito della Regione

>> Scarica il Modulo D in formato PDF dal nostro sito

NON SERVE PIU' quindi che la persona con disabilità segnali i suoi assistenti al momento della vaccinazione sul Modulo A (che è stato semplificato e che non verrà più timbrato e firmato) o B (eliminato), né che i genitori di minori di 16 anni con disabilità compilino il Modulo C.

Ricordiamo che le uniche persone che rientrano in questa categoria sono:

a) persone conviventi e caregiver che forniscono assistenza continuativa in forma gratuita o a contratto alle persone con grave disabilità (categoria 1D)

b) i soli conviventi delle persone ad elevata fragilità (solo nel caso delle categorie 1B e 1C)

c) I genitori/tutori /affidatari o i caregiver di un minore che abbia meno di 16 anni e che sia vulnerabile (categorie 1A, 1B e 1C) o disabile grave (categoria 1D)

Negli altri casi la vaccinazione dei caregiver e dei conviventi non è contemplata.

ATTENZIONE: i caregiver e i conviventi possono vaccinarsi indipendentemente dal fatto che la persona che assistono si sia già vaccinata o debba macora farlo, e anche nel caso in cui questa non intenda farlo.

>> Guarda l'elenco delle categorie sul sito della Regione

>> Scarica il documento della regione con l'elenco delle categorie

 

QUALE VACCINO
Alle persone fragili o con disabilità grave verrà inoculato il vaccino Pfizer o Moderna.

Per i caregiver e i conviventi di norma è previsto l'uso del vaccino Astrazeneca (adesso chiamato Vaxzevria). Dal 9 aprile, però, i caregiver e i conviventi delle persone fragili o con gravi disabilità ammessi alla vaccinazione prioritaria CHE HANNO MENO DI 60 ANNI possono scegliere di non fare il vaccino Astrazeneca (adesso chiamato Vaxzevria) e prenotare fin da subito (in base alla disponibilità) un altro vaccino.

COME CAMBIA VACCINO CHI HA MENO DI 60 ANNI E HA GIÀ PRENOTATO PRIMA DEL 9 APRILE CON ASTRAZENECA

I conviventi e i caregiver che fanno assistenza alle persone con grave disabilità che hanno meno di 60 anni e CHE HANNO PRENOTATO LA VACCINAZIONE PRIMA DEL 9 APRILE con il vaccino Astrazeneca (adesso chiamato Vaxzevria) possono chiedere di cambiare vaccino.

La prenotazione deve essere mantenuta e la richiesta della conversione ad altri vaccini può essere fatta direttamente presso il centro vaccinale.

Se disponibile il vaccino sarà somministrato al momento.

In alternativa la vaccinazione sarà garantita con il primo posto libero in base alla disponibilità di vaccini.

 

COME CAMBIA VACCINO CHI HA MENO DI 60 ANNI E NON HA GIÀ PRENOTATO PRIMA DEL 9 APRILE

I caregiver e i familiari che hanno meno di 60 anni  e non hanno ancora fatto la prenotazione, invece, possono rifiutare di fare il vaccino Astrazeneca (adesso chiamato Vaxzevria) e prenotare fin da subito (in base alla disponibilità) un altro vaccino con i normali canali..

 

Nulla cambia, invece, per i caregiver e i familiari delle categorie citate che hanno più di 60 anni, per i quali rimane previsto il vaccino Astrazeneca (adesso chiamato Vaxzevria) .
In caso di rifiuto, prima di poter procedere con una nuova prenotazione bisognerà attendere che anche per questa fascia di età vengano resi disponibili altri tipi di vaccini, cosa che per ora non è prevista.

Questa è la pagina del sito della Regione con tutte le informazioni e la modulistica relativi alla campagna vaccinale.

 

Se ci saranno ulteriori indicazioni, ve lo comunicheremo. Restiamo a disposizione per ogni chiarimento.

 

Iscriviti alla nostra newsletter

Ritratto di admin_udine

admin_udine