Nuove regole per l'Iva agevolata per sussidi informatici

share on:

 

Il 4 maggio 2021 è stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale un decreto del Ministero dell'Economia che rende effettiva una modifica introdotta dal "Decreto semplificazioni" (Decreto del 16 luglio 2020 n. 76, poi convertito nella Legge 11 settembre 2020 n. 120 con l’inserimento dell'art. 29 bis).

Il provvedimento cambia le regole da seguire nel caso si voglia usufruire dell'IVA ridotta al 4% per l'acquisto di "sussidi tecnici e informatici" da parte di persone con disabilità.

Come spiega la Guida alle agevolazioni fiscali per le persone con disabilità, rientrano nel beneficio le apparecchiature e i dispositivi basati su tecnologie meccaniche, elettroniche o informatiche, sia di comune reperibilità sia appositamente fabbricati. È agevolato, per esempio, l’acquisto di un fax, di un modem, di un computer, di un telefono a viva voce, eccetera.
Deve trattarsi, comunque, di sussidi da utilizzare a beneficio di persone limitate da menomazioni permanenti di natura motoria, visiva, uditiva o del linguaggio e per conseguire una delle seguenti finalità:

▪ facilitare
− la comunicazione interpersonale
− l’elaborazione scritta o grafica
− il controllo dell’ambiente
− l’accesso all’informazione e alla cultura

▪ assistere la riabilitazione.

In precedenza, per usufruire della riduzione bisognava produrre al momento dell'acquisto copia del certificato attestante l'invalidità funzionale permanente rilasciato dall'ASL competente o dalla commissione medica integrata e la prescrizione autorizzativa di uno specialista dell'Azienda sanitaria che attestasse "il collegamento funzionale tra il sussidio tecnico-informatico e la menomazione permanente".

Da maggio per accedere al beneficio resta l'obbligo di produrre copia del certificato che attesti "l'invalidità funzionale permanente" (cioè il verbale di invalidità o di handicap) unita a una certificazione rilasciata dal medico curante (non più da uno specialista) che attesti "il collegamento funzionale tra il sussidio tecnico-informatico e la menomazione permanente". In teoria, se questa certificazione fosse già presente sul verbale, non servirebbe altro, ma questo, al momento, non avviene. Bisogna, dunque rivolgersi al medico di famiglia su cui ricade ora la responsabilità di rilasciare o meno questa attestazione.

>> Leggi il testo integrale del Decreto del Ministero dell'Economia e delle Finanze, 7 aprile 2021. "Modifiche al decreto 14 marzo 1998, concernente la determinazione delle condizioni e delle modalità alle quali è subordinata l'applicazione dell'aliquota IVA ridotta del 4 per cento ai sussidi tecnici ed informatici rivolti a facilitare l'autosufficienza e l'integrazione dei soggetti portatori di handicap". Pubblicato nella Gazzetta Ufficiale Serie Generale n.105 del 04/05/2021.

 

Iscriviti alla nostra newsletter

Ritratto di admin_udine

admin_udine