Novità per chi viaggia in treno

share on:

 

A partire dal 4 maggio 2020 si è avviata la fase 2 dell'emergenza sanitaria da Coronavirus. Anche le modalità operative del servizio di assistenza ai passeggeri con disabilità e a ridotta mobilità fornito da Rete ferroviaria Italiana (RFI) con le Sale blu sono cambiate.

Variazione d'orario di apertura delle Sale blu.
Le Sale Blu di Torino Porta Nuova, Genova Piazza Principe, Trieste Centrale, Verona Porta Nuova, Venezia Santa Lucia, Ancona, Napoli Centrale, Bari Centrale, Reggio Calabria e Messina Centrale saranno aperte al pubblico per la prenotazione dei servizi di assistenza dalle ore 8.00 alle 13.00 e dalle 14.00 alle 16.30, tutti i giorni, festivi inclusi.

Orario di apertura invariato, dalle ore 6.45 alle 21.30, tutti i giorni, festivi inclusi, per le Sale Blu di Milano Centrale, Bologna Centrale, Firenze Santa Maria Novella e Roma Termini.

 

Variazione della tempistica di preavviso per richiedere il servizio di assistenza
I passeggeri con disabilità ed e/o a ridotta mobilità, che intendono avvalersi del servizio di assistenza, devono richiederlo almeno 24 ore prima della partenza, attraverso le seguenti modalità:

  • chiamando il call center di RFI attraverso il numero verde gratuito 800 90 60 60 raggiungibile da telefono fisso in Italia o il numero nazionale a tariffazione ordinaria +39 02 32 32 32 raggiungibile da telefono fisso e mobile e dall’estero;
  • recandosi di persona presso una Sala Blu;
  •  contattando le imprese ferroviarie con le quali si intende viaggiare.

Per le richieste provenienti via email dalla app Salablu+ i tempi fissati per fare la richiesta di assistenza, restano invariati ovvero è necessario prenotare almeno 24 ore prima della partenza o arrivo del treno.

 

Svolgimento del servizio di assistenza

  • Le Sale Blu manterranno le porte chiuse e gli utenti del servizio per persone a mobilità ridotta utilizzeranno l'apposito campanello per accedere ai locali, con ingresso regolamentato al fine di evitare assembramenti di persone e di rispettare la distanza interpersonale minima di almeno un metro.
  • L’individuazione dei meeting point terrà conto dell’esigenza di garantire il necessario distanziamento interpersonale; al momento della prenotazione saranno pertanto escluse dai luoghi di appuntamento per l’inizio dell’assistenza le Sale Blu, le sale d’attesa delle Imprese Ferroviarie (salvo diversa indicazione da parte delle stesse) e, in generale, i locali chiusi.
  • Saranno adottate le procedure più opportune per garantire il maggior distanziamento tra viaggiatore a mobilità ridotta ed accompagnatore. In particolare sarà previsto l’impiego della sedia a ruote e del carrello elevatore per tutte le tipologie di servizi di assistenza, se non sarà altrimenti possibile mantenere il distanziamento di sicurezza.

 

Avvertenze importanti

I viaggiatori disabili, che intendono usufruire del servizio di assistenza, devono essere obbligatoriamente muniti di guanti e mascherina monouso.
Per ogni spostamento è obbligatorio seguire le regole governative per l'emergenza sanitaria da Covid19.
In particolare, RFI (rete ferroviaria italiana), ricorda che, come riportato all’art. 3 punto 1.b del DPCM del 26.04.2020, “è fatta espressa raccomandazione a tutte le persone anziane o affette da patologie croniche o con multimorbilità ovvero con stati di immunodepressione congenita o acquisita, di evitare di uscire dalla propria abitazione o dimora al di fuori dai casi di stretta necessità”.

 

Per saperne di più, consultare la sezione sui servizi di assistenza in stazione del sito di RFI (Rete ferroviaria italiana).

Ritratto di admin_udine

admin_udine